12° Corso di Cooperazione

Locandina-LabirintoIn continuità con quanto organizzato nelle precedenti edizioni, l’Associazione di volontariato Ingegneria senza Frontiere Bari anche quest’anno propone un Corso di cooperazione. Più precisamente si tratta del  12° itinerario formativo realizzato grazie alla disponibilità e alla competenza di esperti del settore. Nei cinque incontri saranno affrontati i seguenti temi: Gestione dei beni comuni / Partecipazione e progettazione / Risorse energetiche / Rischio Idrogeologico / Gestione rifiuti.

Nessuno di noi crede più alle fatalità, quindi pianificare una differenziazione delle fonti, ridurre quelle attività che hanno un impatto maggiore sull’ambiente, utilizzare energia pulita e materiali eco-sostenibili… non devono essere solo buoni propositi ma scelte decisive per il futuro dell’umanità. Servono riforme radicali, fondi per la cooperazione e progetti concreti. Certo, è difficile rimuovere le cause che ci hanno condotti all’attuale situazione di degrado ambientale, di povertà, ingiustizia e diseguaglianza… ma non spetta forse anche alla nostra figura professionale ridurre l’aggravarsi di tali condizioni? E’ compito anche nostro tentare di trovare soluzioni cercando una via d’uscita da quel vicolo cieco che ci sta portando verso un mondo sempre più invivibile. E’ richiesto un impegno da parte di tutti (politici, cittadini, imprenditori, scienziati e tecnici) ma indubbiamente l’ingegnere formatosi presso il Politecnico di Bari che voglia aggiungere al suo bagaglio culturale di base una maggiore consapevolezza del suo ruolo, potrà dare un forte contributo. La sensibilizzazione verso le tematiche che saranno affrontate nelle diverse giornate e la diffusione della cultura della responsabilità sociale sono da sempre obiettivi primari della nostra associazione.

Siamo consapevoli che molti studenti sono impegnati nella preparazione di esami universitari e nella frequenza delle lezioni previste dal calendario accademico ma non si tratta di assumere altre nozioni. Ciò che vi chiediamo non è una partecipazione passiva ma un approccio critico. Frequentare il corso o anche solo alcuni degli   incontri in programmazione è un’opportunità, un momento di crescita personale e professionale che può darvi una marcia in più .
In un’atmosfera simpatica e amichevole vi garantiamo l’acquisizione di nuove conoscenze su argomenti cruciali   che vi permetteranno di comprendere meglio la nuova realtà regionale, nazionale e, perché no, anche internazionale attraverso il confronto con altri paesi.

Vi aspettiamo numerosi.

Le lezioni si terranno dal 20 Novembre al 19 Dicembre, presso le aule del Politecnico di Bari, secondo il seguente calendario:

20/11/2015

“GESTIONE DEI BENI COMUNI”

aula 4
ore 09:30
  • Intervento della Dott.ssa Daniela Ciaffi
    ricercatrice nel settore Sociologia dell’Ambiente e del Territorio presso l’Università di Palermo e membro del Consiglio Direttivo di “Labsus-Laboratorio per la sussidiarietà”, che introdurrà il tema “beni comuni” e parlerà del “Regolamento sull’amministrazione condivisa dei beni comuni” da poco approvato anche a Bari, analizzandone gli aspetti principali e le potenzialità al fine di una gestione condivisa pubblico-privato dei beni comuni
ore 11:10
  • Pausa
ore 11:15
  • Intervento del Prof. Nicola Costantino
    a testimoniare la sua esperienza di amministratore unico dell’Acquedotto Pugliese, Ente che gestisce la distribuzione di un bene comune di primaria importanza: l’acqua.
ore 12:00
  • Dibattito

27/11/2015

“PARTECIPAZIONE E PROGETTAZIONE”

aula 4
ore 09:30
  • ​Intervento dell’ing. Germana Pignatelli
    che illustrerà l’utilizzo dell’approccio partecipativo nelle fasi di progettazione di un opere a diversa scala, evidenziadone i limiti e il valore aggiunto, attraverso una disamina dei metodi principali e la presentazione di alcuni casi studio. In collegamento dall’Università di Torino interverrà il prof. Gianfranco Pomatto
ore 11:10
  • Pausa
ore 11:15
  • Ripresa delle attività con un nuovo intervento congiunto dell”ing. Germana Pignatelli  e del prof. Gianfranco Pomatto

4/12/2015

“RISORSE ENERGETICHE”

aula 4
ore 09:30
  • Intervento della geologa Albina Colella,
    professoressa dell’università della Basilicata, la quale illustrerà quali possono essere gli impatti ambientali della ricerca di idrocarburi, con particolare attenzione alla situazione italiana
ore 11:10
  • Pausa
ore 11:15
  • Intervento dell’ing. Maurizio Vaccaro
    riguardo il tema del risparmio energetico e delle energie rinnovabili quali possibili e necessarie risposte alternative ai combustibili fossili

9/12/2015

“RISCHIO IDROGEOLOGICO”

aula 3
ore 14:30
  • Intervento dell’ing. Michele Greco,
    docente dell’università della Basilicata, che affronterà la tematica del rischio idrogeologico riportandola alla situazione italiana e ai suoi elementi di criticità; analizzando il ruolo del tecnico nello studio e nella sua prevenzione
ore 16:10
  • Pausa
ore 16:15
  • Ripresa delle attività con un nuovo intervento dell’ing. Michele Greco

18/12/2015

“GESTIONE DEI RIFIUTI”

aula 4
ore 09:30
  • Intervento del dott. Agostino Di Ciaula,
    medico ospedaliero e affiliato ISDE, che illustrerà come le evidenze scientifiche possano essere completamente annullate, sul piano pratico, da problemi di ordine etico e da “irresponsabilità sociale” dei tecnici e dei decisori
ore 11:10
  • Pausa
ore 11:15
  • Intervento del dott. Raphael Rossi, il quale chiarirà le modalità di progettazione di un piano industriale di gestione dei rifiuti orientato alle buone pratiche, con riferimenti a specifiche esperienze

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Per sapere come raggiungere le aule del Politecnico vi rimandiamo alla mappa interattiva del Politecnico di Bari.​​

Per partecipare al corso è necessario compilare il modulo che trovate qui specificando quali lezioni si è interessati a seguire. In alternativa è possibile inscriversi lasciando i propri dati ogni mercoledì dalle 15 alle 20 nella sede dell’associazione.

Il corso, finanziato con i fondi ex lege 390/91 del Politecnico di Bari, è gratuito.